L’ampliamento di questa bifamiliare ci offre l’occasione di riqualificare un immobile anni 90 anche con l’aggiunta di un piccolo ma significativo volume contemporaneo.
L’abitazione viene vissuta come seconda casa, il duplice obiettivo era quello di ampliare gli spazi di vita da un lato, e dall’altro connettere il piano terra con il giardino esterno. L’immobile, se pur dotato di un ampio spazio verde, ha una conformazione tale da rendersi indifferente al suo esterno, unica connessione, oltre alla porta di ingresso, è una piccola porta finestra. La volontà quindi era quella di ottenere una continuità visiva e in parte spaziale con l’esterno. In questo senso il nuovo volume diventa elemento di connessione tra esterno ed interno. Quest’ultimo interamente rivestito in legno si configura come elemento estraneo al contesto originario e compositivamente più leggero. Se pur realizzato con telaio in c.a., la pelle lignea di rivestimento, costituita da elementi verticali variabili, interagisce attivamente con la luce solare, schermandola rispetto alla grande vetrata e creando un gioco di chiaro scuro che smaterializza il volume conferendogli leggerezza visiva. Questo effetto è protagonista anche di notte, quando la luce dell’interno filtra attraverso la pelle lignea sempre variabile in base alla luce conferisce all’immobile profondità visiva e atmosfera.



info

tipologia

ampliamento abitazione – edificio isolato urbano

localizzazione

via FIrenze 2, Sarteano (SI)

dati dimensionali

23 mq superficie utile interna
54 mc volume interno  

cronologia

progetto: giugno 2016 – dicembre 2017
realizzazione: in corso  

scheda partecipanti

committente

Fabrizio Del Buono

progetto architettonico

Massimo Zanelli

collaboratori

Andrea Fiorini

progetto strutturale

Federico Biancucci